Attenzione all’aggiornamento 2.6.20-16.28 di Ubuntu!

2 06 2007

Eh si…diciamo che finora avevo sempre notato come pur avendo software molto più aggiornato di mamma Debian, Ubuntu lo avesse anche gestito in maniera ottimale, eliminando qualsiasi problema di aggiornamenti…

uno degli ultimi però ha dato a me, ma anche a molta altra gente, qualche grattacapo…

l’aggiornamento colpevole è quello relativo alla nuova versione del kernel, e cioè il seguente:

linux-image-2.6.20-16-* (2.6.20-16.28)

durante l’installazione gestita dagli script automatici di Ubuntu, infatti, è capitato che il file /boot/grub/menu.lst venisse modificato per aggiungere l’immagine del nuovo kernel, commettendo però un errore nella specificazione della directory di root contenente l’immagine stessa…

questo problema, che non ha colpito tutti, ha quindi causato al riavvio della macchina un bel:

“Grub error 22: not such partition”

La risoluzione del problema per fortuna è semplice, per avviare la macchina è sufficente selezionare il kernel che si vuole avviare, premere “e” ed entrare in modalità di editing live del file menu.lst, modificare l’indicazione root(hdX,Y) dove X e Y indicano rispettivamente il disco e la partizione in cui si trova la vostra root directory (ricordatevi che si parte a contare sempre da 0, quindi la 3a partizione del secondo disco sarà (hd1,2))

una volta terminato l’editing premere INVIO e poi “b” per fare il boot…a questo punto quando siete nel sistema non vi resta che modificare il file /boot/grub/menu.lst per rendere permanente la modifica e risolvere questo piccolo imprevisto…

e speriamo che d’ora in poi stiano più attenti! ;)

Annunci

Azioni

Information

14 responses

3 06 2007
xf

Qui nessun problema… ma io ho la mia configurazione con due grub in cascata e non so se la cosa abbia influito.

4 06 2007
Ahren


Eh si…diciamo che finora avevo sempre notato come pur avendo software molto più aggiornato di mamma Debian, Ubuntu lo avesse anche gestito in maniera ottimale, eliminando qualsiasi problema di aggiornamenti…

Vorrei farti notare che in Debian c’è già il 2.6.21 :P

ciao

Ahren

4 06 2007
DrBrex

beh, c’e’ ma su Sid (Unstable)…allora anche su Gutsy (Ubuntu unstable branch) c’e’ il 2.6.22 ;)…ma se compariamo le stable, debian ha 2.6.18 e ubuntu 2.6.20…
ciaoz

5 06 2007
Ahren

Secondo me la Sid di debian è equiparabile alla ubuntu stable, e fra l’altro (e per me è un dato di fatto) con la unstable di debian ho trovato meno problemi. Ho lasciato ubuntu quando la dapper è diventata stable per passare a sid e risolvere molto semplicemente tutti i problemi che avevo dovuti a bug irrisolti.

Ciao

Ahren

5 06 2007
DrBrex

purtroppo i problemi risolti per te non coincidono obbligatoriamente con quelli degli altri, altrimenti spiegami come hai risolto l’impossibilità di installare Compiz in Sid per problemi di dipendenze, perdurante da settimane :-\

6 06 2007
Ahren

A parte il fatto che almeno in debian compiz è nei repo “ufficiali” da prima che in ubuntu (dove è stato incluso in feisty e la versione presente è la 0.3.6 più vecchia di quella in debian), sulla dapper lo potevo installare ma non usare perchè a pochi giorni dal rilascio a stable hanno aggiornato i driver ati proprietari con una versione bacata per la mia scheda video (e tutte quelle con lo stesso chipset) e bloccando di fatto xgl quindi rendendo compiz (e non solo) inutilizzabile.
E’ vero che in debian sid per un periodo di tempo ci sono state dipendenze rotte riguardo compiz (stavano aggiornando i pacchetti di gnome alla versione 2.18, il problema ora non esiste più ed è stato aggiornato compiz alla versione 0.5), ma almeno si chiama “unstable” e uno qualcosa se lo aspetta, come la metti per dapper “stable”?

Per info sul bug di cui parlo:
https://bugs.launchpad.net/ubuntu/+source/linux-restricted-modules-2.6.15/+bug/47371

Ciao

Ahren

6 06 2007
die_z

in fondo Ubuntu è una bellissima idea, Linux for n00bs, che è però ancora relativamente giovane e ha (e IMO sempre avrà, le deficienza di una distro-4-n00bs)

se alcuni dicono che ubuntu è un’antica parola africana che significa “non so configurare Debian” non è solo per pigliare per i fondelli: in effetti un S.O. non è cosa facile da gestire e il target di ubuntu e proprio quello dell’utente non-così-esperto, automatizzando e semplificando quanto più possibile ogni cosa, ma non significa che tutti ri ritroveranno in quel target

sicuramente scoprire che si possono incontrare problemi con aggiornamenti di parti vitali (come il kernel) di un sistema “stable”, che oltretutto è stato creato proprio per venire in contro a “human beings”, non è molto divertente e, in definitiva, fa capire cosa veramente voglia dire la frase “we release when it’s ready” di mamma Debian ;)

IMO non ci sono molti modi di vedere la questione “semplicità vs qualità” di un sistema operativo (inteso come distribuzione installata, configurata e personalizzata):
– da una parte ci sono distribuzioni “facili”, “comode”, “user-friendly”, “for human beings” e quant’altro: fanno quelli che dicono, semplificano, ma non ci si può mai aspettare un sistema ben configurato e di qualità se chi lo installa e configura non sa quello che sta facendo
– dall’altra parte ci sono distribuzioni “normali” (che alcuni chiamano “serie” o “difficili” o come vogliono): fanno quello che dicono, forniscono una versione di un sistema operativo completo, chi sa usarlo lo faccia, gli altri imparino

my 2 cents – a freedom lover

6 06 2007
DrBrex

@ Ahren:

non lo so, mi sembra che la stai buttando sulla disputa, e io sinceramente non sono qui a commentare cosa è meglio e cosa non lo è…non sto facendo un confronto tra due distro…però se tu vuoi dirmi che Debian stable ha pacchetti più aggiornati di Ubuntu stable francamente non sono d’accordo…se vuoi dirmi che Debian unstable ha pacchetti più aggiornati di Ubuntu stable e nonostante ciò è più stabile e non presenta alcun problema di dipendenze non soddisfatte non sono d’accodo ancora…se invece vuoi dirmi che hai ragione, allora ok :)

7 06 2007
die_z

lol

c’era solo scritto, sostenuto da diverse riflessioni personali, che non è ragionevole aspettarsi la perfezione da una distribuzione che come target ha la semplicità di installazione e, soprattutto, configurazione (e neanche da nessun’altra distro)

la parte relativa al confronto tra Ubuntu e Debian era in linea con il discorso precedente, ovvero per dire che una buona gestione degli aggiornamenti in un sistema bleeding-edge riesce bene a persone esperte, mentre utenti alle prime armi possono sì appoggiarsi e fidarsi di una distribuzione “semplice”, ma non pretendere il risultato

another 2 personal cents

7 06 2007
Ahren

@ DrBrex

mai cercato la disputa, ti ho solo fatto notare che avevi scritto che ha ubuntu ha pacchetti + recenti di debian e non è vero, e come capitato a te stesso e è il succo del post, ci sono bug in una stable gravi da far bloccare il sistema, se è una distribuzione rivolta ai novizi e ti capita un errore in grub non è una passeggiata risolverlo se non sai come fare, soprattutto se hai un solo pc con solo ubuntu e non ha una live a disposizione per connetterti a internet e cercare la soluzione. Non ho mai detto che debian stable ha pacchetti più aggiornati di ubuntu stable ho detto che secondo me la debian unstable puo’ essere equiparata alla ubuntu stable.
Ogni cosa ha i suoi pro e i suoi contro.
Debian diventa stable quando è pronta, non c’è un termine fisso, e cio’ ha come pro il fatto che puo’ essere definita veramente “stable”, come contro il fatto che hai pacchetti più vecchi perché il ciclo di test è stato molto più lungo.
Ubuntu ha dalla sua un ciclo di rilascio ogni sei mesi, quindi hai software più recente ed è studiata più verso la semplificazione dal lato desktop, oltre ad avere un team di sviluppatori più ampio grazie alla canonical, come contro ha un ciclo di test dei pacchetti molto breve (nel mio caso usavo la dapper unstable e il pacchetto dei driver ati proprietari venne aggiornato a qualche giorno dal rilascio a stable senza la possibilità di tornare indietro alla versione precedente).

La mia opinione e esperienza “personale” è che Debian unstable “per me” e “per l’utilizzo che ne faccio” è migliore. Niente dispute. Ho usato ubuntu dalla warty prima che divenisse stable fino alla dapper stable, passando per i vari problemi (che in una stable non dovrebbero esserci, cito a caso: nella warty non funzionava l’acpi per il mio portatile, nella breezy non funzionavano le combinazioni tasti con ctrl o alt sulla tastiera del mio desktop, nella dapper non andava l’accelerazione 3d e non veniva più riconosciuta la fotocamera usb) ma volevo provare software recente, sono stato molto soddisfatto della hoary dove è stato fatto un grande lavoro, e il tutto mi è servito come formazione personale, perché incontrando i problemi ho imparato a risolverli.

Ciao

Ahren

6 07 2007
NinoRapis

vorrei sapere se dopo essere entrato nel file menu.lsl posso commentare con # il vecchio kernel

6 07 2007
DrBrex

se il nuovo ti va tranquillamente, il vecchio puoi anche eliminarlo direttamente da synaptic o apt-get..

27 08 2007
Deckard

Signori, il succo della questione è che tutti noi usiamo linux o vogliamo usarlo o vogliamo iniziare ad usarlo.
Una distro vale l’altra, forse questa specie di “ridicolo conflitto interno” tra distro non fa bene al mondo linux in generale.
E’ anche vero che è un po’ il simbolo della “libertà”, dello scambio di idee e di pensieri, ma quando per esempio vedo gente scannarsi sui forum (non è questo il caso!) non per le distro ma per il miglior desktop manager (“Gnome è bello, kde fa schifo”, “Kde è spettacolare, gnome è ridicolo”) francamente “mi cadono i cosiddetti” ;)

Usare Linux ed imparare ad usarlo; in fondo non è poi così difficile ed è divertente.
E lo possono usare tutti.

Una distro vale l’altra.

5 09 2007
DrBrex

mi tocca quotarti, non ha senso andare a dire qual è la meglio, sono tutte fondate sullo stesso concetto, poi ognuno ha le sue preferenze…il punto distintivo del free software è che ognuno sceglie l’abito più adatto a sè stesso, quello che rispecchia il suo stile, e quello che lo fa sentire meglio, poco importa se è una tuta ginnica o un frac, l’importante è vestirsi e poter decidere cosa mettersi…o no? :)

ps: tra l’altro questo problema sta perdurando anche nei nuovi aggiornamenti del kernel…ma possibile che sia un bug? non ho ancora controllato, ma mi sembra strano che non abbiano sistemato una cosa così evidente e che effettivamente può essere un bel grosso problema per l’utente n00b medio di Ubuntu…mah..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: